Perdersi // Get lost

Piccola ricetta di felicità tascabile per cittadini

Una domenica di sole in cui il richiamo della primavera incomincia a farsi sentire,  prendere la macchina o inforcare la bici con la ferma intenzione di scappare il tran tran cittadino. E’ vero, bisognerà andarsene in giro fiutando l’aria alla ricerca del luogo giusto; uno di quelli in cui resistono spazi incolti, in cui la natura, per scelta o per incuria, viene lasciata libera di crescere come crede. Ci può volere un po’, per cui bisogna armarsi di pazienza. Può essere un grande parco all’altro capo della città oppure un fazzoletto di verde dietro l’angolo che non avevate mai notato. Aguzzando l’istinto, si troverà.

Una volta localizzato il posto propizio, è essenziale evitare i sentieri più battuti e farsi piccoli piccoli, quasi invisibili. Se si ha la fortuna di avere bambini non tanto cresciuti, ci si può affidare a loro; ci guideranno con entusiasmo alla scoperta di un mondo nel quale loro sono di casa; che brulica di vita, che sboccia, tesse, fiorisce, rumina in silenzio, a due passi dagli ignari passanti che nulla sospettano perché presi da ben altre importanti occupazioni. Non vedranno, loro, che la stagione sta cambiando e la natura ritorna alla vita dopo l’inverno. E non si stupiranno della gemma che spunta sul ramo che sembrava secco o della punta di un bocciolo che si fa strada tra le erbe appassite o dei semi che, rispondendo a chissà quale richiamo, cominciano a germogliare lì, sul selciato. Passeranno magari accanto, del tutto ignari del miracolo che avviene sotto ai loro occhi, mentre voi ve ne meraviglierete. E non sarà la Tailandia, il Perù, il deserto dell’Arizona. Non c’è bisogno di andare lontano per ritrovarsi altrove, improvvisamente connessi ad una dimensione molto più ampia, che inspira e espira, e dalla morte fa nascere mille forme di vita nuova, in una perpetua, costante evoluzione. E’ tutto e niente, ma vi farà sentire meno soli. Forse avrete voglia di parlarne oppure vi guarderete in silenzio – perché cosa c’è da dire, dopo tutto – e sorriderete, come coloro che hanno condiviso un piccolo grande segreto e momento di felicità.

Ve ne auguro tanti, di questi momenti, cari amici.

DSC_0012DSC_0007DSC_1260DSC_1263DSC_1248DSC_1253DSC_1228DSC_1230DSC_1223DSC_1221DSC_1210DSC_0023

Tiny citydweller happiness recipe

A sunny Sunday where spring is calling you, jump in your car or onto your bike with a mission to escape the city life. Of course you’ll need finding the right place, the one where greenery is still allowed, on purpose or by chance, to thrive on its own. It may take a while, so be patient. It may be that big parc on the other side of the city. Or that tiny patch of grass just around your corner which you had never noticed before. Trust your instinct and you’ll find it. 

Once you’re on the right track, you must seek the most offbeat paths and make yourself tiny, almost invisible. If you have small children, ask for their guidance and they’ll be thrilled to introduce you to this secret world to which they belong. Then you’ll enter a parallel reality bursting with life that blossoms, sprouts, weaves and silently chews away while people rush by unaware, so busy with their very important tasks. They will not see that spring is slowly coming over. Nor be surprised to spot green leaves on a dry branch or a couple tiny flowers making their way out of dead leaves or seeds answering who knows what secret morse code and starting to sprout on the paveway. They might pass just a few inches away and not marvel at this miracle, but you will. And it needn’t be Thailand or Peru or the Arizona desert. You don’t need to go far to get lost and find yourself all of a sudden feeling connected to a bigger dimension that breathes in and out and creates a thousand forms of life out of death, in a relentless, constant transformation. It »s no big deal really, still it will make you feel alive. Maybe you’ll feel like putting words on it or you’ll keep silent – ’cause there isn’t much to say anyway – and just smile, like people who’ve just shared a tiny big secret and a moment of pure happiness.

Wishing you many of these moments, friends!

Laisser un commentaire

Entrez vos coordonnées ci-dessous ou cliquez sur une icône pour vous connecter:

Logo WordPress.com

Vous commentez à l'aide de votre compte WordPress.com. Déconnexion / Changer )

Image Twitter

Vous commentez à l'aide de votre compte Twitter. Déconnexion / Changer )

Photo Facebook

Vous commentez à l'aide de votre compte Facebook. Déconnexion / Changer )

Photo Google+

Vous commentez à l'aide de votre compte Google+. Déconnexion / Changer )

Connexion à %s